La piccola "gasata" torinese ha 69 CV ed è Euro 5

Con il Salone di Parigi (2-17 ottobre) nasce l'inedita Fiat 500 GPL, versione bi-fuel benzina/GPL che sarà commercializzata a breve. La base è quella della Fiat 500 1.2 da 69 CV, dotata già di primo impianto di doppio sistema di alimentazione, serbatoio toroidale da 31 litri disposto nel vano della ruota di scorta e, soprattutto, omologazione Euro 5.

Lo stand parigino di Fiat, oltre all'attesa bicilindrica 500 TwinAir, sarà quindi all'insegna dell'ampia offerta di versioni a ridotto impatto ambientale, particolarmente apprezzate in Francia dove le vetture a gas di petrolio liquefatto godono ancora di incentivi statali. Sostegni pubblici a parte, la piccola e sfiziosa city car torinese sembra fatta apposta per usufruire dai vantaggi del GPL, in termini di costi di gestione ridotti, emissioni contenute e mobilità assicurata anche nei giorni di blocco del traffico cittadino.

Questa prima digressione della Fiat 500 nel campo dei carburanti alternativi può valere come viatico per l'arrivo della Fiat 500 a metano, di cui si vocifera l'entrata in produzione entro il 2012.

La Fiat 500 Millesima la fai tu