Due nuove Flexifuel per la Thailandia

I carburanti alternativi debuttano sullo strategico mercato tailandese. A fare da apripista sono la Volvo C30 1.8F (Flexifuel, E85) e l'unica auto a bioetanolo prodotta nel paese asiatico: la Volvo S80 2.5FT. Le due vetture sono state presentate al Bangkok Racing Circuit, dove è stata offerta agli invitati anche la possibilità di fare un giro veloce di pista sulla Volvo C30 Flexifuel del campionato svedese turismo, a fianco del pilota del "Volvo Race Team" Robert Dahlgren.

Con questa iniziativa il Costruttore svedese mira a promuovere in Thailandia la conoscenza di carburanti alternativi, come il bioetanolo E85, rinnovabili e producibili localmente attraverso apposite piantagioni in grado di ridurre la dipendenza dalle importazioni di petrolio. Il tutto è ovviamente legato alla volontà del governo thailandese di avviare la vendita diretta al pubblico della miscela benzina-etanolo E85, in concomitanza con il lancio commerciale delle Volvo S80 2.5 FT e C30 1.8 F previsto in questi giorni al "Thailand International Motor Expo 2008".

Volvo intende così porsi come pioniere e interlocutore privilegiato con le autorità tailandesi per la diffusione nel paese delle Flexifuel E85, con la S80 2.5 FT E85 prodotta in loco e la C30 1.8 F E85 importata. Lo stesso ministro per l'energia, Wannarat Charnnukul, ha detto: "Lo Stato ha come obiettivo principale la promozione dell'utilizzo di fonti di energia alternative, indipendentemente da ciò che può accadere al prezzo del petrolio. Le miscele di benzina ad alto contenuto di etanolo potrebbero ridurre la dipendenza del paese dalle importazioni di greggio e diminuire così il costo della vita".

Volvo Flexifuel: ora sono in cinque

Foto di: Fabio Gemelli