Il prototipo di Mulsanne che debutta a Pechino anticipa la tecnologia ibrida plug-in che nel 2017 vedremo sul SUV più “lussuoso del mondo”

Consumare benzina come se non ci fosse un domani, da un po’ di tempo a questa parte, non è più politically correct. E anche le auto di lusso, pertanto, si adeguano, alleandosi alla tecnologia ibrida per ridurre le emissioni. Nel principale mercato per i marchi premium - la Cina - fa dunque il suo debutto (al Salone di Pechino) il prototipo Bentley Hybrid Concept, showcar tecnologica applicato all’ammiraglia Mulsanne che anticipa il modulo ibrido plug-in che vedremo nel 2017 sul SUV Bentley, che ha l’ambizione di essere il più lussuso del mondo. Il sistema della Hybrid Concept promette il 25% di potenza in più, con una riduzione pari al 70% delle emissioni di CO2. In modalità completamente elettrica, invece, le Bentley ibride potranno percorrere fino a 50 km, a zero emissioni locali. La Mulsanne ibridizzata ha una particolarità: la carrozzeria e gli interni mettono in mostra il rame che contenuto in gran parte dei componenti elettrici della vettura. In dettaglio, all’esterno gli elementi decorati con questo metallo sono i gruppi ottici anteriori, la cornice della calandra del radiatore, le pinze dei freni, alcune linee di design e stemmi, mentre nell’abitacolo ci sono inserti sui pannelli del cruscotto in radica realizzati a mano, sulle cornici degli interruttori e nel quadro strumenti. Persino le cuciture incrociate sugli interni trapuntati a rombi della specifica Mulliner Driving sono in rame. Ma c’è un altro dettaglio, questa volta relativo al “font” della scritta hybrid sulla plancia: il richiamo alle versioni “green” dei modelli Porsche è evidente. Forse troppo, anche considerando il notevole know how raggiunto dai tedeschi nell’elettrificazione dell’auto: va bene ostentarlo come elemento d’orgoglio del gruppo Volkswagen (cui sia Bentley che Porsche fanno parte), ma a questi livelli di prezzo e blasone certi discorsi non sono di dettaglio.

Bentley Hybrid Concept, ai “ricchi” piace il rame

Foto di: Giuliano Daniele