La rivale della Golf è una delle auto più amate dagli italiani, ancor di più se di seconda mano: ecco cosa offre il mercato

Un nome che evoca una storia d’amore, quello della compatta del Biscione, una macchina che continua ad avere successo in termini di vendite in Italia, in una categoria di cui fa parte un mostro sacro come la Volkswagen Golf. Ma l’Alfa Romeo Giulietta non ha paura di confrontarsi con la tedesca, come dimostra il gradimento della sportiveggiante 5 porte italiana anche sul mercato dell'usato, considerando le tante offerte. Anche ora che l’ultimo restyling è ormai in circolazione da qualche mese.

Per chi è interessato ad una Giulietta d’occasione, con un budget di 10.000 euro circa si trovano auto non troppo in là con gli anni e con la possibilità di scegliere fra più motorizzazioni. Ci si può per esempio imbattere in esemplari del 2010, con il 1.4 “turbobenzina” o il 2.0 turbodiesel, entrambi con 140 CV di potenza. L’allestimento più equilibrato è il Distinctive, più ricco del Progression che comunque può bastare ed è anche più diffuso fra gli annunci. Guardando invece a qualcosa di più recente - e di più costoso -, con circa 25.000 euro ci si porta a casa vetture “km 0” anche con cambio automatico doppia-frizione TCT, magari abbinato al diesel top di gamma 2.0 JTD-m da 170 CV. Interessanti anche le versioni a GPL, fra le poche sul mercato a cercare di abbinare un’alimentazione a gas di primo impianto, cioè garantita dal costruttore, con un motore di una certa brillantezza, il 1.4 turbo da 120 CV e 215 Nm a 2.500 giri/min: un esemplare del 2012 è valutato circa 18.000 euro. Molto gettonate anche le Giulietta 1.6 turbodiesel, per i costi di gestione più bassi. In genere però le quotazioni sono più alte, si parte in media da 12-13.000 euro. E se volete esagerare e mettervi in garage la sportiva Quadrifoglio Verde, per circa 20.000 potreste concludere la trattativa.

Alfa Romeo Giulietta: grandi ambizioni

Foto di: Fabio Gemelli