Solo tre gli esemplari prodotti. La carrozzeria è in fibra di carbonio verniciata in nero con inserti dorati

Bugatti ha presentato la quinta delle edizioni speciali Grand Sport Vitesse della Veyron basate sulle “leggende” dell'automobilismo. Questa volta la super esclusiva sportiva rende omaggio alla storica Bugatti Type 18 “Black Bess” che la stessa Casa descrive come “una delle prime auto super sportive stradali di sempre”. Questa macchina risale ai primi anni dello scorso secolo ed era spinta da un motore 5 litri in linea da 100 CV che la lanciava alla velocità di 161 km/h. Quest’auto fu guidata varie volte dallo stesso Ettore Bugatti, fondatore della Casa, e con lui al volante vinse l’ascesa di Mont Ventoux nel 1921.

La Veyron “Black Bess”, la penultima di queste serie speciali, che debutta al Salone di Pechino, sarà prodotta, come le altre "Grand Sport Vitesse" che l’hanno preceduta, in soli tre esemplari ed è caratterizzata da una carrozzeria in fibra di carbonio verniciata in nero con inserti dorati. Per gli interni è stata usata una pelle beige, mentre il volante, sempre in pelle, è in rosso. La plancia e gli inserti delle portiere sono realizzati in una variante più scura, avana, del pregiato materiale, e riportano disegni che raffigurano la Type 18 "Black Bess" assieme all’aereo Morane Saulnier Type H, appartenuto a Roland Garros uno dei sette fortunati proprietari della Type 18 Black Bess.

Bugatti Veyron "Black Bess"

Foto di: Francesco Stazi