Basata sulla Fiat Doblò, ne eredita i 4 turbodiesel, un motore a benzina e uno a metano.

L'alleanza tra General Motors e Fiat è terminata nel 2005, ma i prodotti sviluppati nella collaborazione industriale tra il marchio Opel e il Lingotto continuano a fare il loro ingresso sul mercato. In questo modo si dà seguito all'impegno dei due partner di tenere in vita le piattaforme telaistiche nate ai tempi della joint venture, come peraltro dichiarato dalle due aziende quando il "matrimonio" finì. La nuova Opel Combo, erede del modello lanciato nel 2001, sfrutta dunque il pianale condiviso dalla Fiat Punto Evo e dalla Opel Corsa, usato in seguito anche per la Fiat Doblò, di cui riprende le varianti di carrozzeria e la gamma delle motorizzazioni (6 unità, di cui quattro diesel, un benzina e un benzina/metano). Sarà ordinabile a partire dal prossimo autunno, quando verranno definiti i prezzi.

SOTTO IL COFANO ANCHE UN TURBO A METANO

Non è solo il telaio della nuova Opel Combo ad essere in comune con la Fiat Doblò, prodotta nello stabilimento turco di Bursa. Le motorizzazioni della multispazio di Rüsselsheim, infatti, ricalcano quelle della "sorella" italiana. Si tratta di 4 motori a gasolio - il 1.3 e il 1.6 condividono la potenza di 90 CV, che sale a 105 CV nella variante più potente del 1.6 litri, fino a 135 CV del 2.0 top di gamma - un benzina 1.4 da 95 CV e un 1.4 turbo a doppia alimentazione benzina/metano, che eroga 120 CV.

CAMBI IN ESCLUSIVA, START/STOP NON PER TUTTI

Per quanto riguarda le trasmissioni, il cambio manuale a 5 marce è riservato al propulsore 1.4 a benzina e al turbodiesel 1.3 CDTI, mentre il 6 marce è esclusivo appannaggio del 4 cilindri turbo a metano e del 2.0 litri a gasolio da 135 CV. L'unica motorizzazione cui è possibile abbinare (a richiesta) il robotizzato a 5 marce "Easytronic" è il 1.6 a gasolio da 90 CV. Il sistema Start/Stop, infine, è disponibile su tutta la gamma, ad eccezione dell'unità alimentata a metano e della versione con cambio semiautomatico.

FACILE ACCESSO CON LE "SLIDING DOORS"

La configurazione standard di carrozzeria proposta per la versione passeggeri della nuova Opel Combo include le due porte laterali scorrevoli e il portellone del bagagliaio incernierato sul tetto. In alternativa, è possibile richiedere l'apertura posteriori asimmetrica a libro. Gli allestimenti interni tra cui scegliere sono tre - Essentia, Enjoy e Cosmo - e tra la lista degli optional figurano il telecomando per la chiusura centralizzata, gli alzacristalli elettrici posteriori e gli airbag laterali per i passeggeri anteriori.

Nuova Opel Combo

Foto di: Giuliano Daniele