Ha 192 CV, è Euro 5 e su strada dà molte soddisfazioni

Piccoli aggiustamenti e ottimizzazione dell'efficienza sono gli elementi che contraddistinguono la versione aggiornata della Opel Corsa OPC, una piccola sportiva capace di ammaliare il guidatore con la spinta del suo 1.6 turbo da 192 CV, un assetto adeguato e freni ben dimensionati.

PIU' EFFICIENZA, STESSA POTENZA

Rispetto alla versione fino ad ora a listino la rinnovata Opel Corsa OPC propone un consumo ridotto del 7,6% ed emissioni abbattute del 9,5%. Con i suoi 7,3 l/100 km e la CO2 a quota 172 g/km, la "piccola bomba" dell'Opel Performance Center mantiene inalterate le prestazioni esuberanti che ci si attende da ogni OPC, vale a dire i 225 km/h e i 7,2 secondi nello scatto 0-100.

ARIE DA CATTIVA

Già nell'aspetto la Opel Corsa OPC che abbiamo provato strilla dinamismo e "cattiveria" da ogni angolo la si guardi, grazie ad una vistosa colorazione gialla "Sunny Melon", ai cerchi da 18" (opzionali) con gomme 225/35 e ai numerosi spoiler che si concludono nell'estrattore posteriore con scarico centrale triangolare. Appena si sale a bordo si resta piacevolmente sorpresi dai sedili sportivi a guscio che contengono bene e, si scopre dopo vari chilometri, non stancano. Gli anelli metallizzati attorno alle bocchette di aerazione, la pedaliera d'alluminio, il volante in pelle ergonomico e appiattito e le varie scritte OPC contribuiscono poi a ribadire l'impostazione da versione speciale.

ASSETTO PIATTO

Nell'utilizzo sul misto-veloce il volante si dimostra veloce, preciso e dal ritorno sicuro, merito anche della servoassistenza elettrica aggiornata che alleggerisce lo sforzo alle basse velocità e riporta stabilità alle alte. Il cambio manuale a 6 rapporti ha la leva sufficientemente corta e manovrabile da gestire alla perfezione coppia e potenza che arrivano con deciso vigore sulle ruote anteriori, che non tradiscono praticamente mai perdite eccessive di aderenza o pericolosi mulinamenti di sterzo. Inedito è l'indicatore di cambiata ottimale nella strumentazione, elemento che nella guida più "allegra" si tende però a dimenticare.

DIVERTENTE

Per rientrare nei limiti dell'omologazione Euro 5 il rinnovato motore 1.6 turbo è stato aggiornato nella mappatura della centralina, nell'adozione di una nuova pompa olio e di una serie di modifiche al sistema termostatico interno. Quello che però interessa l'utente finale e che viene fuori in tutta evidenza è l'erogazione progressiva e piacevole di un motore che permette veramente di divertirsi al volante, complici un assetto adeguato, l'ESC tarato in maniera sportiva e dischi freno da 16" con pinze blu (davanti ventilati da 308 mm e pieni dietro da 264 mm) che anche dopo una serie di salite e lunghe discese affrontate a buona velocità non mostrano segni di stanchezza.

FACILE DA AMARE

La capacità di riprendere con veemenza al di sopra dei 2.000 giri/min e la ferma risposta dell'assetto piuttosto rigido e piatto aiutano a sentirsi rapidamente a proprio agio sulla piccola, ma pepata, Opel Corsa OPC model year 2011, sempre rapida e affidabile nei sorpassi e, a patto che non ci si spinga pericolosamente vicini al limite, sicura in ogni tipo di curva o nei rettilinei ondulati.

DA 22.550 EURO

Il prezzo di listino della rinnovata Opel Corsa OPC è di 22.550 euro, cifra che comprende cerchi da 17", vetri oscurati posteriori e climatizzatore. A richiesta è possibile aggiungere vernice metallizzata (450 euro), cerchi da 18" (365 euro), sensori di parcheggio posteriori (350 euro), tetto panoramico (800 euro) e navigatore DVD (1.300 euro).

Opel Corsa OPC: grinta compressa

Foto di: Fabio Gemelli