In forse anche la versione berlina

"Cari colleghi, oggi annunciamo alcune dure ma necessarie azioni per Chrysler: l'eliminazione di alcuni turni negli impianti di assemblaggio, la riduzione di impiegati a salario e a contratto e il ritiro progressivo di quattro dei nostri prodotti." Così scriveva l'amministratore di Chrysler, Bob Nardelli, ai propri dipendenti statunitensi in una e-mail che era filtrata anche sulla stampa di settore, anticipando - all'epoca dell'imminente divorzio fra Daimler e Chrysler - l'uscita di scena di due prodotti della Marca del Pentagono conosciuti anche in Europa. Insieme alla coupé Crossfire pochi giorni prima di Natale è stata interrotta anche la produzione della PT Cruiser Cabrio, che abbandona gli autosaloni dopo appena 3 anni di carriera.

Decisione comprensibile, anche perché la MPV dal gusto retrò americana non si è rivelata auto da grandi numeri, soprattutto nella più costosa versione cabriolet, e la nuova proprietà è impegnata in un grande piano di contenimento dei costi

Sembra che però anche la versione berlina possa presto seguire le orme della variante scoperta. Una curiosa coincidenza, infatti, vuole che l'ultima edizione speciale dell'originale multispazio americano si chiamasse "Sunset Boulevard Edition": era già un presagio?

Chrysler PT Cruiser Cabrio: addio

Foto di: Daniele Pizzo