La prima sarà una berlina di segmento E, la seconda è il nome definitivo scelto per il SUV sinora noto come Kubang

Dopo aver reso qualche mese fa noto i piani produttivi per i prossimi anni, Maserati al Salone di Parigi ha annunciato come chiamerà i suoi tre prossimi modelli, quelli cioè che a partire dal 2015 consentiranno al Tridente di raggiungere l'ambizioso obiettivo di produrre 50.000 vetture all'anno.

TORNA LA MASERATI GHIBLI, MA E' UNA BERLINA

La principale sarà la nuova Quattroporte che dovrebbe essere lanciata già il prossimo anno. Per l'ammiraglia modenese sarà mantenuto il nome Quattroporte, in quanto rappresenta un'eredità irrinunciabile dal momento che le ammiraglie del marchio si chiamano così dal lontano 1963. La nuova segmento E, la "Maseratina" di cui si parla da un paio d'anni e che dovrebbe nascere dalla condivisione di componentistica con Chrysler, invece si chiamerà Ghibli come la coupé e la spider prodotte a partire dalla fine degli anni '60.

DA KUBANG A LEVANTE
Novità anche sul fronte SUV: il nome Kubang, ripescato da quello di un prototipo analogo del 2003, verrà accantonato in favore di Levante. Il nome Levante, oltre che al vento proveniente da oriente, è stato ispirato dalla Via Emilia Levante a Bologna, dove i fratelli Maserati idearono l'azienda che porta il loro nome. La Levante sarà commercializzata nel 2014, anno nel quale la Casa modenese festeggerà il centenario. Nel 2015 potrebbe arrivare inoltre anche una coupé sportiva a motore centrale, che sfrutterebbe telaio e motore Ferrari.

Ghibli e Levante, il "vento nuovo" di Maserati

Foto di: Daniele Pizzo