Dopo la Honda in Formula 1, la crisi fa un’altra vittima nello sport

Anche Suzuki getta la spugna e si ritira dal campionato mondiale rally WRC dopo un solo anno di partecipazione con la SX4 dove ha conseguito discreti risultati chiudendo la stagione al quinto posto nella classifica a squadre in crescendo. Dopo infatti diversi ritiri, Gunnar Andersson e Toni Gardemeister hanno conquistato qualche punto nelle ultime gare fino a raggiungere rispettivamente il quinto e il sesto posto al Rally del Galles e chiudendo la stagione al 12esimo e al 13esimo posto.

Suzuki non gira intorno alle parole: il ritiro è dovuto alla contrazione delle vendite e aggiunge che, nelle proprie previsioni, si tratterà di un fenomeno di non breve durata. Per questo, la casa giapponese si concentra sulla sua attività fondamentale che è quella di produrre automobili tagliando tutto il superfluo, o quasi. Suzuki infatti continuerà a essere di supporto ai suoi clienti che corrono con la Swift Super 1600 nel JWRC così come nella Swift Cup e nelle altre competizioni a livello locale in tutto il mondo, Italia compresa.

Suzuki abbandona il WRC

Foto di: Nicola Desiderio