Fra auto e scooter potrebbe cambiare il modo di muoversi in città

La Renault Twizy può già essere ordinata online e con l'inizio delle vendite fissato per la fine del 2011 si propone al Salone di Parigi (2-17 ottobre) come una delle novità più curiose e interessanti dell'intera kermesse. L'idea di una mobilità urbana ridotta all'essenziale non è nuova né azzardata, come dimostrano i successi di smart fortwo e Toyota iQ, ma una simile city car con due posti in linea (o "in tandem") non si era ancora vista.

MISURE CITTADINE

La produzione in serie della Renault Twizy prevede anche una distinzione fra versione 10 CV (20 CV di picco) e 75 km/h da guidare con patente e una microcar da 5 CV (9 CV di picco) con velocità di 45 km/h, chiaramente destinata ai giovani in possesso del patentino. Con una lunghezza di soli 2,32 metri e una larghezza di appena 1,19 metri la piccola Renault Twizy propone una biposto elettrica destinata a rivaleggiare con la smart ED, essendo però più corta di 37 cm e più stretta di ben 36 cm. Anche rispetto alla 3 posti Toyota iQ il vantaggio dimensionale è notevole, con la francese che offre un abitacolo più ridotto ed essenziale, soprattutto per il passeggero posteriore.

COSTA COME UNO SCOOTER

Anche il prezzo annunciato della Renault Twizy, indicativamente vicino a quello di uno scooter a 3 ruote, potrebbe dare alla nuova micro-cittadina elettrica un'ulteriore spinta nella conquista di quella fetta di mercato urbano che si annuncia come strategico nei destini delle case automobilistiche. A conferma di questo importante trend verso la mobilità elettrica cittadina ci sono infatti le recenti proposte nel campo degli scooter elettrici di marchio automobilistico come smart escooter e MINI Scooter E Concept.

Sondaggio Comprereste una elettrica come la Renault Twizy?

221 voti
  • No

    24%
  • 75%

 

Renault Twizy

Foto di: Fabio Gemelli