Giocattoli o micro-car?

Sono tre piccole auto che somigliano più ai giocattoli fabbricati da playmobil che alle macchine "vere", eppure proprio loro potrebbero rappresentare la genesi del futuro design che distinguerà le autovetture cinesi. Per battere la concorrenza infatti occorre "fare la differenza" e così Li Guangming, auto designer cinese, ha progettato questi tre prototipi che a Detroit non passano inosservati.

Si tratta di veicoli elettrici appositamente disegnati per lo Show americano. La capacità di autonomia dei mezzi è di 150 km con una carica completa e la velocità massima raggiungibile è pari a 45 kmh. Ma quello che conta più della motorizzazione è il loro aspetto estetico. Appariscente e contenuto nelle dimensioni.

"Non ci sarà mai una vera e propria automobile cinese se lo spirito della Cina non verrà mai riflesso nelle linee delle carrozzerie prodotte", ha detto Guangming. Il suo sogno è quello di riuscire ad imporre sul mercato un modello che rappresenti per la Cina quello che Volkswagen Beetle ha significato per la Germania o la Ford T per l'America. Peccato però che proprio una versione di quest'ultima vettura sia stata classificata dal Times tra le peggiori 50 auto della storia.

L'auto cinese cerca il design distintivo

Foto di: Eleonora Lilli