Incontro ravvicinato con la nuova spider del Giaguaro

Un po' California (nel senso di Ferrari), un po' Z8 (BMW): non ce ne voglia il Giaguaro, ma la nuova "piccola" spider sembra ispirata, nel muso, alla scoperta di Maranello e, nel lato B, alla tedesca. Un mix comunque ben riuscito che propone qualcosa di inedito per la Casa inglese. Anzi, un vero e proprio trend che verrà riproposto anche sulle Jaguar di domani. Che la F-Type non sia un "giocattolo" fine a se stesso lo dimostra la presenza di Ratan Tata in persona: il boss dell'omonimo Gruppo indiano - proprietario, tra gli altri, di Jaguar e Land Rover - ha mirato e rimirato con malcelato orgoglio l'ultima nata. Una due posti con motore anteriore e trazione posteriore, spinta da un V6 3.0 (da 340 o 380 CV) o da un 5.0 V8 da 495. Un'auto fatta apposta per sognare ad occhi aperti: quello che ci vuole in questo "stanco" 2012 dell'automobile.

Jaguar F-Type: innovare e crederci

Foto di: Adriano Tosi