Dopo 43 anni è stato acquistato da collezionisti americani

Di impareggiabile valore storico e "sentimentale", ecco riemergere lo chassis che ha generato le odierne supercar del Toro, ovvero quello della Lamborghini Miura presentato al Salone di Torino del 1965. Sembra un sogno, ma la storia di questo telaio è reale come reali sono i due attuali proprietari Joe Sackey e Gary Bobileff, che hanno portato questa pietra miliare della storia automobilistica negli States nel 2008.

Precedentemente era appartenuto a Mario Kritikos, proprietario di un concessionario Lamborghini a Cipro che ne era entrato in possesso nel 1978. Oltre alla fattura relativa alla transazione tra Kritikos e la casa di Sant'Agata sopravvivono delle foto non pubblicate relative al telaio costruito nel 1965, che mostrano anche il Salone di Torino dello stesso anno e delle immagini della factory emiliana nel 1966.

Dopo 44 anni lo chassis disegnato dal genio di Gian Paolo Dallara per ospitare il V12 montato trasversalmente in posizione centrale dietro l'abitacolo sarà visibile a tutti, in America, nell'estate 2009.

Lamborghini Miura: venduto il telaio n°1