Sull'Audi e-tron Spyder lo storico marchio nasconde un display

Nella calca infernale di giornalisti e curiosi che, al Salone di Parigi 2010 (2-17 ottobre), circonda in ogni momento lo stand dell'Audi e-tron Spyder non ci è sfuggita la "chicca" del logo Audi dei quattro anelli che scompare elettricamente dal frontale per lasciare in vista la presa elettrica per il sistema di ricarica e un curioso display "quadrilobato".

Il sistema informativo a scomparsa serve proprio a indicare lo stato della carica, l'autonomia raggiunta in percentuale, in ore di guida e in chilometri di percorrenza reale, con tanto di mappa interattiva delle colonnine più vicine. Interessante è anche la possibilità di visualizzare le informazioni sui punti di interesse nei dintorni, ristoranti compresi, in modo da trovare una risposta ad ogni esigenza anche in città o luoghi lontani da casa.

Il tutto è, manco a dirlo, interfacciato con un'apposita "app" per iPhone che permette di rimanere aggiornati sullo stato della vettura anche in remoto, oltre che attraverso la "quadrifora" frontale che occhieggia da sopra la calandra della concept ibrida plug-in scoperta (Diesel) di Ingolstadt.

Salone di Parigi: quattro anelli animati

Foto di: Fabio Gemelli