Le tre bombole in materiali compositi sono incastonate nel pianale “Energy Space"

In Mercedes lo chiamano “Energy Space” ed è il pianale, in parte doppio, della nuova B 200 Natural Gas Drive. Lo spaccato esposto al Salone di Parigi mostra con chiarezza lo spazio dedicato ai serbatoi del metano. Quello più grande è sotto il sedile posteriore, i due più piccoli sono sotto quelli anteriori (per un totale di 125 litri) e in mezzo c’è il piccolo serbatoio della benzina (12 litri).

La presentazione tecnica vista nella capitale francese offre un bello sguardo d’insieme sulla struttura in materiali compositi delle tre bombole di tipo IV, realizzate della divisione Ragasco del gruppo norvegese Hexagon Composites. Si tratta dello stesso costruttore che fornisce i serbatoi di metano alla Opel Zafira Tourer ecoM. Per fare il pieno alla Classe B “monovalente” c’è il doppio tappo sotto lo sportellino di sinistra, qui trasparente. Non resta che attendere i primi mesi del 2013 per poterla provare su strada.

Salone di Parigi: i serbatoi della Classe B a metano

Foto di: Fabio Gemelli