Il tuner italiano propone due step di potenza fino a 580 CV

La Nissan GT-R, supercar giapponese dalle prestazioni già esuberanti, è stata oggetto fin dalla sua uscita di attenzioni da parte dei tuner internazionali. In Italia, ad esempio, Romeo Ferraris ha da poco sviluppato due step di potenziamento per il V6 da 3.8 litri, che eroga 485 CV nel MY2010 e 530 CV nel MY2011. Con il primo step, la potenza sale rispettivamente di 45 CV e 90 Nm per la prima GT-R e di 46 CV e 82 Nm per l'edizione 2011, questo grazie a un nuovo filtro dell'aria, e a un modulo aggiuntivo programmabile con tre regolazioni di potenza (Normal, Sport e Race) selezionabili con comandi al volante.

Se la potenza non è ancora soddisfacente, lo Step 2 prevede uno scarico ad alte prestazioni Romeo Ferraris, costituito da downpipe libero, parte centrale con catalizzatore a 200 celle e nuovi terminali: in tal modo l'aumento di potenza è rispettivamente di 66 cavalli e di 69 cavalli per le due GT-R, mentre la coppia massima sale in entrambe di ben 130 Nm. L'impianto di scarico può essere montato anche singolarmente, fornendo 65 Nm e 20 CV in più sulla GT-R 2010 (22 CV sulla 2011), oppure si può utilizzare lo scarico in titanio Akrapovic (distribuito da Romeo Ferraris in Italia) che pesa il 30% in meno rispetto a quello di serie, e che aumenta la potenza di circa 10 CV, che possono diventare 20 se abbinati al downpipe staccato di Romeo Ferraris. Sono poi disponibili numerosi elementi di personalizzazione per esterni e interni, dai cerchi in lega alle appendici aerodinamiche in carbonio, dalle pellicole esterne agli interni in materiale pregiato.

Nissan GT-R by Romeo Ferraris

Foto di: Sergio Chierici