Le officine indipendenti possono offrire così la stessa qualità dei "Bosch Service"

Bosch sostiene le officine indipendenti inaugurando in Italia la prima officina "AutoCrew". Il know-how e la qualità dell'offerta di ricambi e attrezzatura diagnostica è quella Bosch, ma AutoCrew è una rete parallela al "Bosch Service" che mantiene intatta la propria identità e immagine. AutoCrew è infatti una realtà già affermata all'estero, con oltre 500 officine in Europa, e che arriva nel nostro paese grazie all'acquisizione di AutoCrew GmbH - con sede a Schweinfurt, in Germania - da parte della ZF Trading GmbH. La Divisione Bosch Automotive Aftermarket fornisce supporto alle officine partner AutoCrew anche attraverso corsi di formazione, logistica dei ricambi, immagine coordinata e iniziative di marketing per la fidelizzazione dei clienti.

In dettaglio l'autoriparatore AutoCrew si riconosce dalle insegne, dalle bandiere, i totem, la cartellonistica e dagli abiti da lavoro standardizzati. Tra i supporti gestionali offerti da Bosch ci sono anche due strumenti di misurazione degli obbiettivi di qualità: la Valutazione della Qualità del Servizio (SQA), basata come riferimento su un modello ideale d'officina, e il Test della Qualità del Servizio (SQT), per analizzare come il cliente percepisce il servizio erogato. Sul versante marketing AutoCrew offre all'officina la possibilità di utilizzare il sito web ufficiale, dove è possibile caricare pagine personalizzate con i servizi offerti, mentre su quello tecnico - grazie alla collaborazione con i Distributori Bosch locali - è garantita all'autoriparatore una formazione costante e di qualità. Per le officine che vogliono entrare a far parte della rete AutoCrew basterà scrivere ad autocrew.info@it.bosch.com oppure collegarsi al sito www.autocrew.it inviando la propria candidatura.

Bosch ha inaugurato la prima officina AutoCrew in Italia

Foto di: Eleonora Lilli