I 100 milioni di dollari di nuovi finanziamenti verranno utilizzati per l’espansione in Medio Oriente e Cina, oltre che per il secondo modello

Nello stand Fisker sono esposte due Karma ES, sportiveggianti berline elettriche ad autonomia estesa che è stata finora consegnata in 1.500 esemplari. Al di là della Fisker Karma bianca e nera c’è però altro nei piani della giovane azienda californiana, che ha annunciato di aver raccolto nuovi finanziamenti per oltre 100 milioni di dollari. Prima di tutto, ha detto l’ad Tony Posawatz, c’è l’espansione nei mercati del Medio Oriente e della Cina, oltre allo sviluppo del nuovo modello più compatto denominato Fisker Atlantic. Restiamo quindi in attesa dei prossimi saloni per vedere qualcosa di diverso sulle pedane Fisker; si tratterà anche di una rivincita nei confronti del candidato repubblicano alle elezioni USA, Mitt Romney, che li ha già definiti i “perdenti” dell’industria automobilistica.

Salone di Parigi: Fisker porta la Karma, ma pensa già all’Atlantic

Foto di: Fabio Gemelli