Dopo i numerosi disagi, si sta studiando un piano per garantire meglio le fasce protette

Lo sciopero dei trasporti di martedì 2 ottobre ha messo in ginocchio la viabilità di diverse città italiane e causato addirittura il ferimento di alcuni pendolari. Per evitare che lo scenario si ripeta è al vaglio della politica l'idea di cambiare quelle regole che nel 1991 furono introdotte per garantire un intervallo di fascia protetta tra le 15:00 e le 18:00. Tra pochi giorni un tavolo di confronto verrà aperto dall'assessore alle Politiche per il lavoro, Cristina Tajani, per assicurare che i mezzi di trasporto siano garantiti dalle 16:00 alle 19:00 o dalle 16:30 alle 19:30. Nella riunione verranno coinvolti anche i sindacati.