Da novembre scatta l'assemblaggio nel nuovo stabilimento

Toyota Motor Corporation (TMC) conferma il proprio impegno per incrementare ulteriormente la diffusione dei veicoli ibridi e annuncia la produzione della Prius anche nella fabbrica di Gateway in Thailandia. L'avvio della catena di montaggio è previsto per il mese novembre e segue la decisione (datata 2009) di produrre la Camry Hybrid nello stesso Paese. L'obiettivo resta dunque quello di vendere un milione di auto ibride all'anno entro i primi di questa decade e per questo Toyota ha confermato che sta lavorando all'espansione della produzione ibrida, delle strutture di vendita e di servizio.

Nei piani di Toyota, infatti, ricordiamo che c'è la famiglia Prius di auto ibride, composta dall'omonimo modello e da altri due. Al Salone di Detroit del 2011 (10-23 gennaio) il costruttore presenterà il monovolume compatto Prius, mentre il terzo modello dovrebbe essere la piccola derivata dalla FT-CH. In Toyota si sta dunque delineando per le auto ibride un doppio binario: uno per auto come la Prius, nate per essere solo ibride, e uno come la Auris HSD o la Yaris ibrida, derivate cioè da modelli "normali".

Toyota Prius sarà anche Made in Thailand

Foto di: Eleonora Lilli