Il problema riguarda l’alzacristalli sinistro di Yaris, Corolla, Auris e RAV4 prodotte fra il 2006 e il 2008

La Toyota ha avviato un maxi richiamo mondiale che coinvolge 7,43 milioni di automobili. I modelli interessati al nuovo richiamo, il più grande dopo i 7,9 milioni di Ford del 1996, interessa i modelli Yaris, Corolla, Auris e RAV4, citando solo quelli venduti in Italia. Anche nel nostro paese l’intervento tecnico a scopo preventivo riguarda il controllo e l’eventuale sostituzione dell’interruttore dell’alzacristalli elettrico sulla portiera sinistra, effettuato sulle vetture prodotte fra settembre 2006 e dicembre 2008. La difettosità del pulsante potrebbe portare ad un irregolare funzionamento e al bloccaggio del dispositivo. L’intervento presso la rete di assistenza Toyota, gratuito per il cliente e della durata di un’ora, è volto alla sostituzione del pezzo qualora risultasse già difettoso.

Gli altri modelli Toyota interessati al richiamo sono Vios, Vitz, Matrix, Auris, Camry, Highlander, Tundra, Sequoia, oltre a Scion xB and xD costruiti fra il 2005 e il 2010. I principali mercati coinvolti sono quelli di USA (2,47 milioni di veicoli), Cina (1,39 milioni) ed Europa (1,39 milioni), con l’Italia che contribuisce con 204.115 vetture. In Giappone i veicoli richiamati sono 459.300, mentre Australia e resto dell’Asia sono 650.000. La globalità dell’operazione è confermata poi dalle 490.000 automobili richiamate in Medio Oriente, i 240.000 in Canada e i 330.000 nel resto del mondo. Secondo la procedura standard, i proprietari italiani dei veicoli Toyota coinvolti nella campagna di richiamo saranno avvisati tramite lettera raccomandata.

Maxi richiamo Toyota per 6,39 milioni di auto nel mondo