Braccio della sospensione difettoso: 16 esemplari da richiamare in Italia

Risolta qualche mese fa la "querelle" sull'acceleratore, il Gruppo Fiat ha avviato una seconda campagna di richiamo che riguarda l'Alfa Romeo Giulietta per una possibile difettosità della sospensione posteriore.

Il rischio per la sicurezza riguarda un attacco difettoso del braccio oscillante della sospensione posteriore alla sua sede, che dunque potrebbe staccarsi e provocare la perdita di controllo dell'auto. L'azione correttiva consiste nella sostituzione del braccio stesso. I numeri dicono che si tratta di un "mini" richiamo: sono 59 esemplari gli esemplari di Giulietta interessati in tutta Europa, di cui 16 da richiamare in Italia

Si tratta di alcune Alfa Giulietta costruite a Cassino fra luglio e agosto, con numero di telaio compreso fra le sigle ZAR94000007015114 e ZAR94000007029602. Il Gruppo Fiat sta provvedendo ad avvertire i proprietari, che saranno invitati a recarsi presso le officine del Gruppo per la sostituzione gratuita del componente.

Alfa Romeo Giulietta: grandi ambizioni

Foto di: Fabio Gemelli