La fabbrica di Poissy cancella il turno di notte e si prepara a licenziare 850 lavoratori interinali

Dopo il recente caso degli esuberi e dei licenziamenti all’interno delle fabbriche PSA, una seconda tegola colpisce Peugeot, alle prese con una riduzione produttiva della sua nuova 208. Come riferito da alcuni responsabili della Casa francese ad Automotive News Europe e al Wall Street Journal, la crisi che attanaglia il mercato europeo dell’automobile (-14,5% per Peugeot) sta facendo rivedere le stime di vendita della Peugeot 208, che quasi sicuramente non raggiungerà l’obiettivo delle 175.000 unità nel 2012.

A partire da oggi poi, lo stabilimento di Poissy riduce la produzione oraria della 208 da 52 a 35 unità. Il calo della domanda europea, che evidentemente non ha colpito solo il piano Fabbrica Italia di Fiat, sta portando anche alla cancellazione del terzo turno (quello di notte) sulla linea produttiva della Peugeot 208. Il sindacato francese CGT ha anche anticipato che entro la fine del 2012 Peugeot ha in programma il licenziamento di 850 lavoratori interinali della stessa fabbrica di Poissy.

Golf ancora in vetta in Europa nella top ten delle vendite in agosto

Foto di: Sergio Chierici