Avviata una campagna di sensibilizzazione

Arriva la primavera, si allungano le giornate, sbocciano i fiori e... si comincia a starnutire. Per 9 milioni di italiani che soffrono di patologie allergiche, l'appuntamento è fisso. E gli inconvenienti fisici sono tantissimi: dagli starnuti, agli occhi rossi, passando per asma ed eritemi.
Reazioni allergiche che da fastidiose possono diventare molto pericolose se si manifestano quando si è alla guida di un'auto. E ancor più pericoloso è l'effetto collaterale dei farmaci antistaminici che si assumono solitamente per alleviare un'allergia: la sonnolenza e dunque il colpo di sonno.

Per diffondere la consapevolezza di tutti questi rischi, l'Automobile Club, Federasma e la Società dei medici di famiglia (Simg) hanno presentato a Milano la campagna "Guidare (con) l'allergia".
A partire da questo mese Federasma distribuirà, prima in Lombardia e poi in tutta Italia, un opuscolo informativo con un "decalogo anti-polline", ovvero una raccolta di consigli su come limitare i rischi legati alla rinite.

"Alcune attività quotidiane sono fortemente influenzate dalle patologie allergiche. Nel caso della guida, ad esempio, il paziente allergico perde il controllo dei propri movimenti a causa degli starnuti, e questo comporta un serio rischio per la propria sicurezza o per quella altrui", ha detto il presidente Federasma Sandra Frateiacci.

L'opuscolo informativo sarà disponibile in tutte le iniziative di Federasma, negli studi dei medici di famiglia e nelle 187 sedi dell'Aci dislocate sul il territorio nazionale.