Questa hypercar affiancherebbe le già pianificate Cajun e Pajun

Al Salone di Francoforte (15-25 settembre) debutta la nuova supercar di Zuffenhausen, la Porsche 911, mentre la futura fuoriserie, la 918 Spyder, arriverà nel 2013. C'è spazio dunque per una hypercar da contrappore alle rivali italiche - in termini di prezzo e prestazioni - Ferrari FF e Lamborghini Aventador e ad affermarlo è proprio l'ad del marchio tedesco, Matthias Mueller, in un'intervista rilasciata al quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung. Secondo il manger Porsche, il nuovo modello potrebbe riprendere il nome dalla 959 e posizionarsi in una fascia di prezzo compresa tra i 250.000 e i 400.000 euro.

RESTA IL NONE, CAMBIA IL RUOLO

Il nuovo modello della futura gamma Porsche, che integrerà l'offerta attuale composta da Boxster, Cayman, 911, Cayenne e Panamera, affiancherebbe sul mercato i già previsti lanci della "baby Panamera" (Pajun), del SUV compatto (Cajun) assemblato da Audi nello stabilimento della Q5 , della piccola spider con l'inedito 4 cilindri boxer e della 918 Spyder, peraltro già ordinabile per 778.452 euro. Proprio per la presenza dell'erede designata della Carrera GT, il remake della Porsche 959 non erediterebbe dall'omonima antenata il ruolo di portabandiera dell'eccellenza tecnologica del marchio, come invece accadde negli anni '80 per la rivalità con l'acerrima "nemica": la Ferrari F40.

LA "NONA"PORSCHE

All'interno della strategia di sviluppo del brand, la nuova Porsche 959 contribuirebbe a raggiungere l'obiettivo fissato per il 2018 dalla casa tedesca di raggiungere quota 200.000 unità vendute in tutto il mondo, raddoppiando così i volumi di vendita del 2010 (97.000 auto vendute). La nuova sportiva diventerebbe anche la "nona" Porsche, in una gamma di modelli sempre più ampia e che si articolerebbe come segue:

- "baby Boxster"
- Boxster/Cayman
- 911
- Nuova 959
- 918 Spyder
- Pajun
- Panamera
- Cajun
- Cayenne

Nuova Porsche 911

Foto di: Fabio Gemelli