457 CV "vigilano" sul celebre campionato tedesco

Il campionato Turismo Tedesco (DTM) ha avuto in Italia una certa notorietà, ai tempi della partecipazione delle Alfa 155 V6 TI, che però si è perduta nel tempo, se non tra gli appassionati di automobilismo sportivo. In Germania, invece, il DTM è un campionato molto popolare che vede concorrere vetture formalmente derivate da quelle di serie, di diversi marchi: uno di questi è protagonista di questo campionato dal 1988, con 28 titoli conquistati. Ci riferiamo ovviamente a Mercedes.

Nell'ultimo Campionato 2007, i piloti Mercedes-Benz hanno conquistato 7 gare su 10, con 6 vittorie della nuova Mercedes Classe C AMG, due delle quali appannaggio dall'ex campione del mondo di Formula 1 Mika Häkkinen, ritiratosi poi a fine stagione. L'impegno diretto della Mercedes nel DTM non si limita però alla sola partecipazione alle corse: così come per la Formula 1, la casa di Stoccarda fornisce anche la Safety Car ufficiale da ormai 8 anni a questa parte. Per tale ruolo è stata scelta una Classe C AMG, come le vetture che gareggiano nel Campionato, ma più vicina alla versione di serie: si tratta infatti della nuova C 63 AMG, con carrozzeria berlina, che debutterà nei giorni 19 e 20 aprile 2008, durante la prima gara stagionale del DTM sul circuito di Oschersleben.

La Safety Car è gestita dall'associazione automobilistica sportiva tedesca (DMSB - Deutscher Motor Sport Bund) che ha la responsabilità dello svolgimento delle gare secondo i requisiti di massima sicurezza, garantita dal regolamento del DTM. Come di consueto, l'impiego della Safety Car è previsto per i casi di emergenza, forzando i concorrenti ad una marcia a ritmo ridotto con divieto di sorpasso, fino al ripristino di condizioni di gara non pericolose.

La C 63 AMG mantiene alcune caratteristiche della versione Performance a listino, a cominciare dal motore AMG V8 aspirato da 6.208 cc con 457 CV di potenza a 6.800 giri/min e 600 Nm a 5.000 giri/min di coppia massima, accoppiato ad una trasmissione semiautomatica a 7 marce (la ben nota AMG Speedshift Plus 7G-Tronic), con paddles al volante e "doppietta" automatica in scalata.

Secondo Mercedes, le prestazioni in termini numerici di questo motore non sono troppo distanti da quelle della Classe C impegnate nelle gare; in ogni caso, le modifiche alla Safety Car rispetto alla C 63 di serie sono ridotte al minimo. Innanzi tutto, c'è uno specifico impianto di scarico sviluppato da AMG per motivi acustici: il suono viene amplificato per i beneficio degli appassionati che seguono la gara in diretta, o in televisione. Il sistema di raffreddamento per alte prestazioni, come pure le sospensioni multilink e il "tuning" AMG a sterzo, sospensioni e freni, restano immutati, mentre sono previsti pneumatici più larghi su cerchi in lega AMG da 19 pollici: le misure sono 245/35 all'avantreno e 265/30 al retrotreno.

Ovviamente, la modifica principale riguarda i sistemi di segnalazione e di comunicazione: è previsto un segnalatore sul tetto ad intermittenza, con luci a led, ed un sistema di comunicazione tra il pilota e gli organizzatore, che comprende radio e monitor TV. Il pilota Peter Lux ed il suo copilota hanno cinture di sicurezza a 4 punti di attacco, mentre il volante è realizzato specificatamente da AMG Performance in fibra di carbonio e rivestimento in pelle morbida e Alcantara, per garantire la migliore presa: è vero che la Safety Car non è impegnata a vincere delle gare, ma è anche vero che deve essere capace di tenere un buon "passo" in ogni tipo di circuito.

Mercedes C 63 AMG: Safety Car nel DTM

Foto di: Sergio Chierici