Motori 1.2 a benzina e 1.6 diesel e tre allestimenti: Live, Feel e Shine

C4 Cactus è la protagonista indiscussa del 2014 di Citroen. La vettura è ordinabile dal 15 maggio, ma per averla bisogna attendere fino a settembre. Tra i propulsori a benzina, un 1.200 aspirato a tre cilindri da 75 CV (guidabile anche dai neopatentati) o da 82, entrambi Euro 5, mentre al top di gamma c'è la variante turbo da 110 CV ed omologata Euro 6. Il cambio robotizzato ETG è invece abbinato al solo 1.2 da 82 CV, con l'aggiunta però dello stop&start e l'upgrade all'omologazione Euro 6. Per quello che riguarda il diesel, il 1.600 HDi si può avere nella variante da 92 (Euro 5 e solo con cambio robotizzato ETG) o da 100 CV Euro 6.

TRE ALLESTIMENTI DISPONIBILI

Tre le versioni disponibili: Live, Feel e Shine. La prima è offerta a 14.950 euro con l'1.2 da 75 CV e a 18.250 con l'1.6 HDi da 92 (gli unici motori abbinabili) e di serie offre, tra gli altri: 6 airbag, AirBump Black, comandi al volante, specchietti e dettagli carrozzeria neri opachi, suggeritore di cambiata, assistenza alla partenza in salita, radio con ingressi usb e aux, retrovisori elettrici e schermo touch da 7”. Importante: il condizionatore manuale si paga a parte, ben 900 euro. Una scelta forse un filo anacronistica, dato che si tratta comunque di un'auto a metà tra i segmenti B e C. La Feel (1.500 euro in più rispetto alla Live e disponibile con tutte le motorizzazioni) si arricchisce degli specchietti e dei dettagli della carrozzeria in Glossy Black, del climatizzatore manuale, del sedile di guida regolabile in altezza, del volante in pelle, del Bluetooth, delle barre al tetto e delle maniglie portiera in tinta con la carrozzeria. Il top di gamma Shine ha un sovrapprezzo di 1.750 rispetto alla Feel, non è disponibile con l'1.2 da 75 CV e l'1.6 da 92 e, rispetto alla Feel, le dotazioni aggiuntive più importanti sono: sensori luce e pioggia, cerchi in lega da 16”, climatizzatore automatico, impianto audio con hard disk da 8 GB, sensori di parcheggio posteriori e navigatore con mappe europee.

AMPIA PERSONALIZZAZIONE

Per gli amanti delle personalizzazioni non mancano opportunità interessanti: Parck City Camera (sensori di parcheggio e telecamera posteriore, 500 euro), Citroen eTouch (sistema telematico d'emergenza e assistenza localizzate, 300 euro), calotte specchi bianche o rosse (opzione gratuita), inserti Cactus in color Chocolate, rosso e bianco, barre al tetto in Glossy Black, Black/Red e bianco. Ancora, in tema di colori, anche gli AirBump possono tingersi di Chocolate, grigio o rosso. L'augurio della Citroen è che la C4 Cactus ripeta la missione compiuta dalla C3: cambiare la percezione del Marchio e (soprattutto) convincere un gran numero di clienti. Potrebbe non essere un caso, dunque, che la produzione avvenga nello stesso stabilimento, quello di Madrid.

Citroen C4 Cactus, prezzi da 14.950 euro

Foto di: Adriano Tosi