E' l'offerta di noleggio pensata dalla Casa francese in accordo con Arval

Per la trazione elettrica la porta d'accesso nel mercato dell'auto è rappresentata dalle società. L'ennesima prova arriva dall'annuncio, nell'ambito di H2Roma, la manifestazione dedicata alla mobilità sostenibile in programma la Salone delle Fontane all'Eur, dell'accordo tra Arval e Citroen per offrire alle aziende la C-Zero ad un canone di noleggio mensile. Con questa intesa le due società (la prima, che appartiene al Gruppo BNP Paribas, è un'azienda leader nel mercato del noleggio a lungo termine e della gestione flotte aziendali) vogliono proporre alle società la nuova city car elettrica ad un costo fisso di 548 euro al mese (per 60 mesi e una percorrenza totale di 50.000 km), comprensivo di manutenzione ordinaria e straordinaria, garanzia assicurativa RCA, coperture per incendio, furto, danni ulteriori al veicolo, cambio pneumatici e traino.

Oltre al normale servizio di traino, Arval ha previsto, in caso di esaurimento della batteria, il traino dell'auto fino alle sede dell'azienda o al punto di ricarica più vicino. Inoltre con 564 euro al mese, sempre per 60 mesi e una percorrenza totale di 50.000 km, sarà possibile noleggiare la versione 'van' per trasporto merci. "Affinchè la grande scommessa dell'elettrico possa diventare una realtà occorre essere protagonisti attivi del cambiamento", ha detto Paolo Ghinolfi, amministratore delegato di Arval, convinto di aver inaugurato con Citroen un approccio nuovo all'auto elettrica che "segnerà una vera e propria rivoluzione culturale".

Citroen C-Zero Van: le prime in Europa a Wind