Il listino dela regina del lusso in strada e fuoristrada parte da 91.500 euro

Si chiama nuova Range Rover, ma per tecnologia, finiture, dotazioni e prezzi può paragonarsi all’aristocrazia mondiale delle berline extralusso , dalla Rolls-Royce Ghost alla Bentley Continental Flying Spur, passando per un classico tedesco come la Mercedes Classe S. Con un listino italiano che parte dai 91.500 euro della 3.0 TDV6 HSE (ordinabile dalla seconda metà del 2013) la nuova Range Rover non fa altro che confermare una posizione di predominio nel settore dei SUV di lusso che storicamente ne fa la Regina del fuoristrada, comoda come un’ammiraglia e inarrestabile come un’offroad pura. Il top di gamma la nuova Range Rover lo raggiunge con l’immancabile 5.0 V8 Autobiography Supercharged da 510 CV che parte da un minimo di 130.200 euro.

MONOSCOCCA IN ALLUMINIO

Sono cifre importanti, giustificabili solo nell’ambito di una nicchia di mercato che vede fra le poche rivali l’Audi Q7, la Mercedes Classe GL e la Porsche Cayenne. Rispetto alle prime due la nuova Range Rover propone però dimensioni più contenute e un peso ridotto di ben 420 kg rispetto alla precedente Range, grazie all’inedito telaio monoscocca in alluminio rivettato e incollato. Con una serie di equipaggiamenti da prima della classe la nuova Range Rover sembra anche anticipare le mosse di Bentley, che dovrà davvero stupire il mondo per creare qualcosa di meglio con la sua EXP 9 F. Tornando ai prezzi della nuova Range Rover troviamo altri due allestimenti della 3.0 TDV6 248 CV, l’unica che non paga il superbollo, ovvero la Vogue da 101.500 euro e la ricca Autobiography da 115.200 euro. Restando nelle motorizzazioni a gasolio c’è poi la 4.4 SDV8 da 339 CV, solo in versione Vogue (109.800 euro) e Autobiography (123.600 euro). Stessi sontuosi allestimenti per la 5.0 V8 Supercharged, che richiede un esborso minimo da 116.400 ai citati 130.200 euro.

OPTIONAL IMPORTANTI... E COSTOSI

Negli equipaggiamenti la Range Rover segue una tradizione ormai consolidata che vede le versioni Vogue e l’Autobiography dotate di serie di molti di quegli accessori che sull’HSE sono optional a pagamento. Esempi in tal senso vengono dal sistema Keyless Entry (1.120 euro sulla HSE), la TV digitale di bordo (1.020 euro), il portellone ad apertura elettrica (610 euro), gli specchietti fotocromatici con Surround Camera System (810 euro) e il sistema di monitoraggio pressione pneumatici (660 euro). Nel caso delle dotazioni più importanti ed evolute vige invece la regola dell’opzione a pagamento quasi su tutte le versioni. E’ il caso del box frigorifero anteriore e posteriore (370 euro l’uno), con il secondo abbinabile solo ai sedili posteriori singoli Executive Class (3.850 euro sull’Autobiography). I cerchi in lega di vario disegno vanno da 19 a 22 pollici, con prezzi oscillanti fra i 510 e i 3.560 euro. Il cruise control adattivo con ripartenza automatica in coda costa 2.030 euro, l’impianto audio Meridian Surround Sound 1.420 euro, il rivestimento del cielo in Alcantara 1.730 euro e il Terrain Response 2 Automatico 200 euro. Il sistema d’intrattenimento posteriore con touch screen ha un prezzo base di 2.030 euro, mentre la vernice metallizzata ha un costo decisamente “premium”: dai 1.120 euro fino ai 9.660 euro della vernice speciale Autobiography CromaFlair.

Fotogallery: Nuova Range Rover, il video