Con 2 cilindri contrapposti in meno migliora l’efficienza delle nuove Boxster e Cayman

Si lavora senza sosta dalle parti di Stoccarda, dove il marchio sportivo tedesco per eccellenza, Porsche, continua a pianificare nuovi prodotti da immettere sul mercato. Pochi giorni fa, il numero uno di Zuffenhausen, Matthias Mueller, aveva espresso le intenzioni dell'azienda di far rinascere la 959, da posizionare tra la 911 e la 918 Spyder. Ulteriori scenari sono poi in divenire su altri fronti: secondo quanto riportato da Autoweek.com, Porsche sta infatti realmente sviluppando il motore Boxer a 4 cilindri, come si vocifera da mesi. Lo hanno confermato gli ingegneri che lavorano al reparto Ricerca & Sviluppo di Weissach, i quali hanno anche parlato della nuova piccola roadster che rappresenterà l'erede spirituale della leggendaria 550 Spyder.

BOXER PIEZOELETTRICO

Il nuovo propulsore sarà destinato principalmente alla cosiddetta "Baby Porsche", anche se sarà utilizzato anche per la nuova generazione dei modelli Boxster e Cayman. Le tre vetture saranno proposte con le nuove unità 2.0 e 2.5, con potenze comprese tra i 200 e i 300 CV, nonché dotate di iniezione diretta con iniettori piezoelettrici che contribuiranno a ridurre i valori di consumi ed emissioni.

SI' AL TURBO, NO ALLA 911

Il top di gamma sarà rappresentato dal propulsore 2.5 Turbo che potrebbe erogare fino a 380 CV di potenza massima. E' categoricamente escluso che il nuovo Boxer a 4 cilindri possa essere adottato anche dalla nuova Porsche 911, in quanto è stato progettato solo per le vetture con disposizione centrale del motore.

Porsche: nuove conferme per il 4 cilindri Boxer