I diodi luminosi debuttano sulle compatte tedesche, con i fari bi-xeno

Anche le Volkswagen Polo e Golf possono avere a richiesta le luci diurne a LED, composte da una serie ricurva di 15 diodi raccolti sotto il trasparente dei gruppi ottici anteriori. Questa tecnologia, abbondantemente sperimentata dal gruppo Volkswagen su vari modelli Audi (compresa l'A1), entra quindi a far parte della gamma più venduta e popolare della Casa tedesca, una scelta che "democratizza" un elemento tecnico-estetico di grande impatto. I nuovi proiettori LED anteriori si sommano quindi alle luci LED già presenti al posteriore di Golf GTI, GTD ed R e offrono il vantaggio di un ridotto consumo energetico, fondamentale nell'ottica di un equipaggiamento che dal 2011 diventa obbligatorio su tutte le vetture omologate in Europa.

L'opzione delle luci diurne LED è disponibile fra gli optional di Volkswagen Polo, Golf, Golf Variant, Touran e Touareg, sempre in abbinamento ai fari Bi-Xeno. Sulla Polo il pacchetto dei fari Bi-Xeno adattivi con luci diurne a LED e lavafari ha un prezzo di 765 euro ed è fornibile solo dall'allestimento Comfortline in su. Per Volkswagen Golf e Golf Variant l'aggiunta di fari Bi-Xeno con impianto lavafari, luci diurne a LED e fari fendinebbia costa 1.745 euro sulla Comfortline e 1.551 euro sulla Highline. Il nuovo equipaggiamento LED ha un costo di 1.475 euro per il cliente della rinnovata Volkswagen Touran ed è invece compreso nei 1.925 euro dei fari Bi-Xeno per la Volkswagen Touareg.

Luci diurne LED per Volkswagen Polo e Golf

Foto di: Fabio Gemelli