I fari a matrice di LED e i nuovi motori Euro 6 sono le principali novità, con la S7 Sportback che sale a 450 CV

L’Audi A7 Sportback e la sua derivata sportiva S7 Sportback si adeguano alla regola non scritta dell’aggiornamento quadriennale presentandosi al pubblico con una nuova griglia Singleframe, un nuovo sguardo nei fari anteriori full LED e una gamma di motori tutti Euro 6. L’arrivo nelle concessionarie dell’Audi A7 Sportback restyling è fissato per la fine dell’estate e coincide con il debutto della S7 Sportback restyling dotata del nuovo motore 4.0 TFSI da 450 CV con disattivazione selettiva dei cilindri. Nulla di diverso invece a livello dimensionale, con una lunghezza di 4,97 metri e un volume di carico posteriore variabile fra i 535 e i 1.390 litri. Per la prima volta la grande cinque porte tedesca è offerta anche in versione 3.0 TDI ultra da 218 CV e 4,7 l/100 km.

LED O MATRICE DI LED, PER LA MIGLIORE ILLUMINAZIONE

La principale modifica apportata all’Audi A7 Sportback è visibile nel frontale, ora con calandra Singleframe maggiorata, gruppi ottici ancora più sottili e fari a LED che a richiesta possono essere sostituiti da elementi a matrice di LED; questi risultano particolarmente utili nell’illuminare la strada in maniera selettiva senza abbagliare chi proviene dalla direzione opposta. Assieme ai Matrix LED sono inclusi anche gli indicatori di direzione dinamici e sequenziali, già presenti in coda. Dentro sono cambiati alcuni materiali, il legno e l’alluminio degli inserti in plancia e la finitura superficiale della pelle Valcona. La scelta di colori per l’ambiente interno è stato ampliato a cinque diverse tinte per la rinnovata A7 Sportback, mentre i sedili anteriori possono avere ventilazione e massaggio incluso e chi vuole può optare per l’allestimento a quattro posti.

3.0 TDI DA 218 A 320 CV

La scelta dei propulsori è fra cinque diverse unità, due a benzina e tre a gasolio con potenza che vanno dai 218 ai 333 CV, cui si aggiungono i 450 CV della nuova S7 Sportback. L’Audi A7 Sportback 3.0 TDI biturbo clean diesel sviluppa niente meno che 320 CV ed è dotata di cambio automatico a 8 marce, mentre tutte le altre versioni montano il doppia frizione 7 marce S tronic che manda in pensione il multitronic delle trazioni anteriori. Con potenze al di sopra dei 272 CV è anche possibile avere la trazione integrale quattro abbinata al differenziale sport. Di serie su tutte è il sistema di regolazione della dinamica di guida “Audi drive select”, mentre alcuni allestimenti montano un impianto frenante leggero e cerchi in lega che vanno dai 17 ai 21 pollici di diametro. Immancabili sono poi i sistemi audio, infotainment e navigazione MMI che con Audi connect può essere arricchito di navigazione internet a bordo.