La American Suzuki Motors Corporation ricorre al Chapter 11. Rimarranno in attività le divisioni motocicli e nautica

Il Chapter , la "bancarotta pilotata" secondo la legge fallimentare americana, a quattro anni di distanza dai fallimenti di General Motors e Chrysler diventa una scelta obbligata anche per la Suzuki americana, che ha annunciato di voler ritirare dal mercato USA la divisione automobili. American Suzuki Motors Corporation, il ramo americano della Casa di Hamamatsu, ha annunciato di aver depositato presso la U.S. Bankruptcy Court di Santa Ana la richiesta di protezione dai creditori nel periodo di riorganizzazione che coinvolgerà i 365 lavoratori della sede di Brea e i 22 dealer. Rimarranno in attività invece le divisioni motocicli, quad e nautica, che invece godono di buona salute nonostante il clima economico non certo favorevole.

LE RAGIONI DELLA CRISI

Alla base della decisione Suzuki USA indica "il tasso di cambio sfavorevole, i trend di mercato, la gamma eccessivamente orientata sui segmenti piccoli, le previsioni di vendita e le normative ambientali e di sicurezza americane sempre più stringenti". Le performance sul mercato americano della Casa giapponese sono infatti ai minimi storici: dalle oltre . vetture vendute nel 27, il 2 per la Suzuki USA si è chiuso con appena 26.68 vetture, mentre le previsioni sembrano delineare una chiusura del 22 con almeno un 5% di perdite rispetto all'anno precedente. Attualmente i debiti ammontano a 346 milioni di dollari USA.

SAMURAI, UN SUCCESSO NEGLI ANNI '8

La Casa giapponese soffre soprattutto di una gamma di vetture datata e con poco appeal. L'ultima arrivata è la berlina Kizashi, mentre ormai da qualche anno sono in listino SX4 nelle varie declinazioni Sedan Sportback e Crossover, la SUV Grand Vitara e il pick up Equator. Suzuki arrivò sul mercato nordamericano nel 963 con le motociclette. La commercializzazione delle automobili venne avviata nel 985 e fu subito successo grazie al piccolo Samurai, che negli anni '8 divenne una delle vetture preferite dei giovani d'oltreoceano.

Suzuki non venderà più auto negli USA

Foto di: Daniele Pizzo