Dimensioni da compatta, ma all'interno c'è spazio per otto

Sembra che la categoria - tutta giapponese - dei minivan stia conoscendo un periodo molto fecondo. A qualche settimana dal lancio della Mazda Biante arriva infatti la risposta di Honda con la Freed, un minivan che, come la sua rivale, fa dello spazio a bordo e della praticità d'uso il suo valore aggiunto.

Come spesso accade per i modelli nipponici dedicati al mercato interno, la linea della Freed è di quelle avveniristiche e quasi da concept car (soprattutto per via delle porte scorrevoli posteriori assomiglia moltissimo alla Mazda Biante, che però è più lunga), ma al di là delle considerazioni estetiche il dato più interessante è lo sfruttamento dello spazio. Con dimensioni da compatta (lunghezza di 4,21 m, larghezza di 1,69 m, passo di 2,74 m) questo "minimonovolume" è in grado di accogliere fino a otto passeggeri su tre file, che scendono a sette se si sceglie la versione con i sedili centrali a divano; esiste inoltre una versione a cinque posti che offre un bagagliaio in grado di contenere comodamente una bicicletta, senza dover ripiegare i sedili.

Il motore che equipaggia la Freed è un i-VTEC da 1.5 litri e circa 120 CV, una unità che potrebbe arrivare in Europa con la prossima Honda Jazz. La peculiarità di questa motorizzazione è quella di essere dotata di trasmissione a variazione continua e, in alternativa, anche di trazione integrale.

Honda Freed è arrivato in Giappone

Foto di: Daniele Pizzo