Il V8 di 6,2 litri potrebbe finire sulla Infiniti M IPL

La gamma sportiva di Infiniti ha esordito quest'estate a Pebble Beach con la IPL G Coupé e si è allargata a Parigi con la IPL G Cabrio Concept, ma già il marchio di lusso nipponico sembra sentire il bisogno di ampliare ulteriormente verso l'alto l'offerta della Infiniti Performance Line. La mossa più probabile per raggiungere l'obiettivo è quello di montare motori AMG sulla base della recente alleanza fra Daimler AG e Renault-Nissan che prevede un prossimo scambio incrociato di propulsori fra i tre brand coinvolti.

Secondo voci che circolano ormai con insistenza in Giappone e che sono state riprese da Autocar, le Infiniti G sono in attesa del V6 turbo di 3,5 litri che sta per debuttare nella gamma Mercedes e che fungerebbe da perfetto sostituto dell'ormai stagionato 3,7 litri che da alcuni anni motorizza molte delle Infiniti. Ancora più interessante è l'idea di montare sulla Infiniti M il propulsore V8 AMG di 6,2 litri che attualmente viene utilizzato su C63 AMG, E63 AMG ed SL 63 AMG.

In questo modo la futura Infiniti M IPL potrà vedersela ad armi pari, soprattutto sul mercato nordamericano, con le rivali della Stella "Made in Affalterbach" e soprattutto con la prossima BMW M5, spinta dal V8 biturbo di 4,4 litri e le non proprio imminenti nuove Audi S6 e RS6. Il contributo di AMG alla cuasa di IPL aiuterebbe poi il marchio premium di Nissan a rispondere colpo su colpo alle offensive di Lexus F, divisione di Toyota particolarmente attiva nel settore delle alte prestazioni con IS F e LFA.

Motori AMG nel futuro di Infiniti

Foto di: Fabio Gemelli