Sulla "nuova Defender" i simboli delle organizzazioni umanitarie

Militari, esploratori, ecologisti, operatori umanitari delle Nazioni Unite, ma anche medici. In tutta la sua carriera la Defender ha aiutato a raggiungere luoghi impervi i professionisti, perché la sua affidabilità e le capacità fuoristradistiche ne fanno uno strumento vitale per portare aiuti o salvare vite il più rapidamente possibile là dove è necessario. Ecco perché a Francoforte sulla DC100, che della Defender rappresenta l'erede, campeggiano i simboli di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa riunite nella Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC).

A Francoforte Goli Ameri, Sottosegretario Generale Humanitarian Values & Diplomacy della IFRC, ha detto: "La Croce Rossa è la più grande organizzazione umanitaria del mondo per rispondere alle emergenze ed alle sfide dello sviluppo del pianeta. E' cruciale per noi raggiungere le persone in difficoltà nel minor tempo possibile per salvare vite umane, portare assistenza e fornire le cure necessarie. Spesso ci troviamo ad affrontare ambienti difficili e problematici da raggiungere nei quali, comunque, dobbiamo agire per raggiungere quelli più vulnerabili. Continueremo a lavorare con Land Rover affinchè ci aiuti a soddisfare i requisiti più rigorosi indispensabili per il lavoro umanitario in prima linea".

Land Rover DC100 Concept

Foto di: Daniele Pizzo