A Ginevra debutta il concept del minivan in listino dal 2012 con porte posteriori scorrevoli

A marzo, in occasione del Salone di Ginevra, la Ford presenterà in anteprima mondiale l'erede della Fusion. Sotto forma di concept, la nuova 5 posti - che si chiamerà B-Max in onore del segmento di appartenenza - si presenterà al pubblico con molte novità, una su tutte le porte posteriori scorrevoli, studiate apposta per competere al meglio con concorrenti come la Opel Meriva, dal 2003 il minivan più venduto d'Europa. Negli utlimi otto anni infatti la Fusion ha perso molto terreno, scivolando negli ultimi 10 mesi ad appena 30.577 unità vendute, dietro Meriva, Citroen C3 Picasso, Renault Modus/Grand Modus e Opel Agila.

Una caduta da cui Ford cercherà di rialzarsi con il nuovo B-Max, che, come dicono fonti interne all'azienda e citate da Automotive News Europe, verrà costruito in Romania. La produzione nello stabilimento di Craiova sarà avviata entro il 2012, anno della sua commercializzazione, ed avrà un ritmo di circa 150.000 unità all'anno. L'80% delle Ford B-Max prodotte sarà destinato all'Europa, perché al momento, come dicono in azienda, non c'è la prospettiva di vendere la B-Max negli Stati Uniti.