Dipinta a mano si contraddistingue per lo skyline della città

Mai una Golf era stata così "Golf". Per il Wörthersee 2014 i giovani apprendisti in Volkswagen hanno dipinto a mano e assemblato pezzo per pezzo una Golf GTI unica al mondo: la GTI Wolfsburg Edition. Si capisce subito dal nome che è un tributo alla città simbolo della Volkswagen. Lo skyline metropolitano, ovvero il profilo del panorama delineato dagli edifici, è ovunque: sulle portiere esterne e marchiato a fuoco sulla pelle dei rivestimenti. Gli otto ragazzi e le quattro ragazze ci hanno lavorato per nove mesi e ciascuno ha contribuito con un'idea, mantenendo intatte le caratteristiche che hanno reso la GTI un mito in tutto il mondo (pensiamo alla classica tappezzeria con disegno scozzese).

Rosso e nero sono i colori dominanti, quelli tipici della GTI. Rossa è la base e nere sono le strisce, i cerchi (con finiture scarlatte), la griglia e la linea che percorre le fiancate. Sotto il cofano della Golf GTI Wolfsburg Edition c'è un 2.0 TSI modificato che eroga la potenza di 380 cavalli. Una curiosità: il motore ha la scatola dell'aria in fibra di carbonio. E su un'auto del genere non poteva mancare un impianto stereo dai numeri impressionanti: 11 speaker e 2.170 watt. C'è pure uno schermo LCD da 24 pollici collegato ad una PlayStation. Come per dire che se il divertimento su strada non è abbastanza si può sempre correre con la fantasia!

Volkswagen Golf GTI Wolfsburg Edition, estremamente tedesca

Foto di: Eleonora Lilli