Il marchio promette una segmento A su base BMW a trazione anteriore

MINI allarga sempre di più la propria famiglia. L'ampliamento della gamma della Casa di Oxford continua dopo la principale novità di questo 2010, il lancio della Countryman. Il brand manager Wolfgang Armbrecht ha infatti annunciato che è allo sviluppo un modello per il segmento A, dove il costruttore inglese intende inserirsi con una proposta "premium" basata molto probabilmente sul pianale della futura BMW a trazione anteriore.

Dopo la presentazione dei concept coupé e roadster da porre al di sotto della MINI Cooper, i tecnici inglesi stanno lavorando ad una citycar compatta ma con l'abitabilità non lontana dalla Clubman. Intervistato dal Financial Times, il top manager tedesco ha rivelato che il prossimo Salone di Detroit ospiterà un'anticipazione del nuovo modello.

Il fatto che il marchio premium per eccelenza delle "piccole" voglia presidiare il segmento delle citycar rafforza ancor di più la tendenza che vede il concetto di lusso sposarsi non più con le dimensioni dell'auto, ma con l'immagine e i contenuti. Sarà sempre più cool, infatti, percorrere le vie della città a bordo di un'utilitaria trendy piuttosto che di un SUV o una sportiva. Oltre al gruppo BMW, infatti, saranno della partita anche Opel, Lotus e Mercedes, che dopo l'arrivo della Aston Martin Cygnet su base Toyota iQ potrebbe proporre una versione più lussuosa della smart.

La MINI sarà ancora più “mini”

Foto di: Giuliano Daniele