Lo slogan della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile coinvolge oltre 60 comuni

Vivere la città a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici è il messaggio che la Commissione Europea trasmette attraverso la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, una serie di appuntamenti che da sabato fino a giovedì 22 settembre animano diverse città in Europa e che quest'anno si riconosce nello slogan "In città senza la mia auto". Indipendentemente infatti dall'attaccamento che si può provare nei confronti della propria vettura, è indiscutibile che temi come l'inquinamento non si possano trascurare e che, per il bene comune, si debba ridurre lo smog nei centri abitati. In questo senso una valida risposta i costruttori la stanno provando a dare commercializzando vetture ibride e motorizzazioni sempre più efficienti, ed il loro attuale impegno nella vendita di auto elettriche (ancora però molto care e senza incentivi in Italia) è destinato a cambiare per sempre il panorama urbano e il rapporto tra patentati e vetture.

E se la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile rappresenta un'occasione per le istituzioni, le organizzazioni e le associazioni di tutta Europa per promuovere i propri obiettivi volti ad incrementare la mobilità sostenibile e la qualità della vita, per noi è l'occasione di vedere come le nostre città recepiscono e diffondono questo messaggio. Molti comuni lo scorso sabato e Domenica hanno dimostrato il proprio impegno con diverse iniziative. Bologna ha aderito al progetto E-mobility Italy consegnando a 20 automobilisti altrettante smart ED; Roma ha promosso l'uso di bici, veicoli eco-compatibili, bus con motori ecologici, bike sharing e car pooling; Genova e Milano hanno divulgato l'utilizzo della bicicletta e Napoli ha inaugurato una nuova porzione di Zona a Traffico Limitato. La lista delle amministrazioni locali che in Italia stanno aderendo è disponibile sulla pagina www.mobilityweek.eu/cities e nei prossimi giorni continueremo a tenervi aggiornati sulle iniziative di maggior rilievo.