"e-den" è il "paradiso" concepito per le stazioni del futuro

La sportive elettriche Audi e-tron e e-tron Spyder potrebbero ricaricarsi di energia nelle stazioni "e-den", concepite da Audi per permettere agli automobilisti di impiegare il tempo necessario a "ridare vita" alle batterie dell'auto in ambienti dedicati all'intrattenimento, piuttosto che dotati di postazioni "business" in cui lavorare con il proprio laptop.

Analogamente al progetto Nissan, anche Audi dimostra come i Costruttori stiano pensando ad aspetti, a prima vista secondari, legati all'imminente diffusione dell'auto elettrica, tutti orbitanti attorno alle infrastrutture che "alimenteranno" i veicoli ZEV. Lo studio di design proposto dalla Casa dei Quattro Anelli all'ultima mostra di Design a Miami, richiama lo stile delle "gas station" americane degli anni '50, dove il rivesrtimento a specchio delle superfici contrasta con la forma old style della pompa, questa volta non più di benzina, ma dotata di un connettore elettrico.

Gli ambienti dedicati alle persone sono caratterizzati dal calore del legno, che farebbe da cornice a ristoranti, sale lettura o isole di lavoro per venire incontro ad ogni esigenza. Almeno inizialmente, non sarà infatti concepibile il rifornimento "splash & go" a cui ci i combustibili fossili ci hanno ormai abituato. L'unica soluzione che ovvierebbe a questo problema è quella che Renault ha in cantiere per permettere una sostituzione rapida del pacco batterie. Il processo di ricarica, invece, richederà comunque una sosta più lunga di quelle necessarie per le auto tradizionali e questo aspetto tecnico determinerà un cambiamento nelle abitudini degli automobilisti.

Le Audi elettriche si riforniranno così

Foto di: Giuliano Daniele