La coupé sudcoreana ha una portiera in più sulla destra

Una delle "vedette" del Salone di Detroit (15-23 gennaio 2011) è proprio la Hyundai Veloster, versione di serie della compatta coupé sudcoreana che intende riprendere l'eredità delle precedenti S-Coupé e Coupé, apprezzate dal pubblico dei più giovani. In uno degli stand centrali del Cobo Center viene esposta questa curiosa 2+2 che utilizza l'ormai immancabile principio Hyundai della "scultura fluida" per portare avanti il discorso intrapreso con la Veloster Concpet del 2007.

DUE PORTE A DESTRA, UNA A SINISTRA

La caratteristica più innovativa di Hyundai Veloster sta nella disposizione delle portiere, con una grande e singola sul lato sinistro e due sul lato destro, allo scopo di facilitare l'accesso ai posti dietro. Queste ultime sono del tipo tradizionale, incernierate cioè sul davanti, e la maniglia esterna di quella posteriore è semi-nascosta nel montante, secondo la scuola stilistica Alfa Romeo. A sottolineare la sagoma da coupé ci pensa poi la finitura nera del montante anteriore e di quello centrale, elementi che contribuiscono a creare l'impressione di una grande e ininterrotta superficie vetrata che unisce parabrezza e finestrini laterali. Altri elementi caratterizzanti sono la griglia anteriore di forma esagonale, la curiosa "scolpitura" del cofano motore con sfoghi d'aria, i passaruota ben definiti e l'insolito lunotto posteriore diviso in due parti vetrate.

1.6 INIEZIONE DIRETTA

Ad aggiungere grinta estetica alla Hyundai Veloster ci pensano poi il terminale di scarico centrale, i gruppi ottici dalle forme inusuali e gli inediti cerchi in lega con finitura in tinta carrozzeria. Alla parte dinamica ci pensa invece il 4 cilindri 1.6 GDI a iniezione diretta di benzina, con una potenza non ancora ufficializzata, ma che dovrebbe attestarsi sui 140 CV e garantire buone doti di economia ed emissioni allo scarico. Totalmente nuovo è anche il cambio automatico 6 marce a doppia frizione, anteprima assoluta per Hyundai. L'unico altro dato della Veloster ufficializzato dai vertici della Casa sudcoreana è quello relativo alla garanzia europea, tripla per 5 anni e a chilometri illimitati. Ulteriori dettagli della versione destinata al nostro mercato saranno resi noti al Salone di Ginevra (3-13 marzo 2011).

Hyundai Veloster, i prezzi

Foto di: Eleonora Lilli