Impossibile raccontare i km da Miami a Ibiza, bisogna "vederli"

Certe cose non si possono raccontare e la Gumball 3000 è una di quelle esperienze che gli appassionati di auto dovrebbero vivere almeno una volta. Peccato che sia una kermesse molto esclusiva a cui si partecipa il più delle volte con un'auto da qualche milione di euro... e poi si devono avere parecchi altri soldi da spendere. Basta questo a fermarci? Certamente no e l'edizione 2014 della Gumball è sicuramente una di quelle che resteranno nella storia. Oggi il rally non competitivo di 3.000 miglia (5.000 km) si conclude nell'isola del massimo divertimento: Ibiza. Le foto scattate alla carovana, che è partita da Miami per arrivare in Europa dopo un volo sull'Atlantico, sono spettacolari. C'è davvero di tutto: Ferrari, McLaren, Lamborghini... ma quello che le rende speciali è la livrea con cui si presentano.

Sono tutte eccessive. Le supercar che partecipano al rally sono una più eccentrica dell'altra e al loro passaggio la folla va in delirio perché al rombo dei motori si unisce la sfolgorante vista di colori sgargianti e kit estetici senza compromessi. C'è tanta esagerazione ed i party della Gumball 3000 sono famosi in tutto il mondo per la sregolatezza. L'Italia quest'anno è stata rappresentata dalla Abarth 695 biposto che per la prima volta è scesa su strada guidata dal fondatore della kermesse, Maximillion Cooper, ex pilota da corsa ed oggi una delle 50 persone più influenti nel mondo dell'automotive. Rifacciamoci gli occhi quindi e concediamoci cinque minuti di follia con le immagini di questo viaggio pazzesco.

Gumball 3000, foto eccezionali dall'edizione 2014

Foto di: Eleonora Lilli