Debutta la nuova tecnologia al salone dell'elettronica di Las Vegas

Dopo il caricatore wireless per dispositivi multimediali che General Motors renderà disponibile nel 2012, è la volta di esplorare un'idea affascinante: ricaricare l'auto elettrica senza cavi o prese, avvicinandola semplicemente ad una sorgente di energia. Al CES (Consumer Electronics Show) di Las Vegas è stato possibile vedere la prima applicazione di questa tecnologia, con una Tesla Roadster caricata tramite la piattaforma Wi-Fi realizzata dalla Fulton Innovation. Il "punto di ricarica" si chiama appunto "eCoupled Powerspot" e durante il processo di ricarica è anche in grado di comunicare ad uno smartphone il livello delle batterie.

Il sistema richiede l'installazione di un adattatore alla propria vettura elettrica, dopodiché è sufficiente parcheggiare l'auto ad una decina di centimetri dalla piattaforma induttiva e dare il via al processo di ricarica. "E' la prima volta che la tecnologia wireless approda nel campo delle applicazioni ad alta potenza", ha dichiarato l'azienda Fulton Innovation. L'obiettivo è semplificare al massimo l'uso degli ZEV (Zero Emission Vehicles) e permettere così la diffusione di massa limitando i disagi legati alle infrastrutture di ricarica.

Tesla Roadster, provare per "crederla"

Foto di: Adriano Tosi