La Camaro più potente della storia si fa cabriolet

Dopo aver battezzato la potente Camaro ZL1 al Nurburgring, la Casa del Cravattino sta per lanciare la Chevrolet Camaro ZL1 Convertible, ovvero la variante cabriolet della Camaro più potente mai realizzata a Detroit, che verrà presentata al prossimo Salone di Los Angeles (18-27 novembre) e arriverà sul mercato americano alla fine del 2012.

SCOPERTA DA 580 CV

Rispetto alla versione ZL1 coupé, oltre alla carrozzeria, i cambiamenti non sono molti, tranne che per il tetto in tela con il conseguente aggravio di peso nell'ordine dei 100 kg, mentre i cavalli offerti dal propulsore LSA 6.2L V8 da 6.200 cc dotato di compressore volumetrico Eaton abbinato al cambio manuale a 6 rapporti saranno ben 580, con una coppia massima di 745 Nm. Accompagna le prestazioni di questa versione, una aerodinamica specifica e un cofano speciale con una gobba in fibra di carbonio per ospitare l'intercooler. Come la coupé, la Camaro ZL1 Convertible adotta uno scarico ad alta efficienza di derivazione Corvette, albero di trasmissione e differenziale rinforzati, freni Brembo maggiorati e sospensioni a controllo elettronico Magnetic Ride Control con geometria rivista per un handling più preciso.

NASCE DA CORSA

La denominazione ZL1 delle nacque nel 1969 con una versione speciale da corsa ma non ufficiale realizzata dal dealer dell'Illinois Fred Gibbs e destinata ai piloti privati. Era equipaggiata con il motore ZL1 427 da 430 CV progettato e venduto da General Motors espressamente per la serie Can Am che veniva utilizzato sulle Corvette da corsa e su vetture sport come la famosa Chaparral 2F.

Chevrolet Camaro ZL1 Convertible

Foto di: Daniele Pizzo