Saccheggiati i beni di famiglia, tra cui la supersportiva

Gli scontri in Tunisia di cui si parla in questi giorni mantengono alta la tensione e la rivolta che si è scatenata contro il presidente Ben Ali ha interessato anche i beni di famiglia. Il saccheggio non ha risparmiato la Ferrari 599 GTB Fiorano dell'ex leader politico, che è stata brutalmente prelevata dal garage della villa dove Ali risiedeva e trasportata in bilico su una gru, come potete vedere nel video diffuso dagli olandesi di Nos.nl.

Non c'è stato bisogno di svuotare tutti i cassetti della casa per cercare le chiavi della Ferrari, perché il cittadino in questione ha preferito rubare la fuoriserie e provvedere a rifarsi di anni vissuti sotto l'oppressione del regime. "I possedimenti della famiglia presidenziale sono stati pagati con i nostri soldi", ha commentato uno dei due uomini sul camion. E anche se stiamo parlando di una coupé a 12 cilindri, è il caso di dire che questa 599 è diventata a tutti gli effetti un'auto del popolo

Ferrari 599 GTB Fiorano