Negli States arriva con l’estate. E' più "grassa", ma costa 10 mila euro di meno

Quest’estate l’Alfa Romeo 4C sbarca ufficialmente oltreoceano. E’ un debutto atteso e soprattutto storico perché segna il ritorno del marchio del Biscione negli Stati Uniti. La fortuna degli “Alfisti” americani è che cominciano col piatto forte, quello più sportivo ed iconico. E la 4C per l’occasione si è fatta più bella approfittando, da un lato di alcuni adeguamenti tecnici imposti dalle normative di sicurezza americana, dall’altro degli oltre mesi di presenza sul mercato durante i quali si è fatto tesoro di alcune critiche.

LA QUESTIONE FARI

I fari, appunto, sono il dettaglio stilistico più contestato della 4C europea. Quel proiettore di plastica nero (o eventualmente di carbonio se si paga un sovrapprezzo) con i led incastonati in modo apparentemente posticcio, proprio non è andato giù a molti clienti. Il che ha obbligato il Centro Stile ha correggere il tiro prima sulla Alfa Romeo 4C Spider presentata all’ultimo Salone di Ginevra e adesso sulla 4C Coupé per gli Stati Uniti, che sfoggia un proiettore “classico” carenato in policarbonato. Decisamente più bello. Facile immaginare che quando arriverà la 4C Spider, quest’upgrade sarà esteso a tutte le 4C.

PERO’ PESA DI PIU’

Esteticamente cambia poco altro, come il porta targa posteriore e i catarifrangenti laterali. E qualche rifinitura in più c’è anche per l’abitacolo che negli States si presenta con una plancia rivestita in pelle che rende meno "povero" l’ambiente. Di importante ci sono le modifiche strutturali necessarie per l’omologazione USA che non si vedono, ma si sentono sulla bilancia. Quest’Alfa 4C pesa .5 Kg contro i 895 chili della versione nostrana. Una cura ingrassante non indifferente che sulla carta non penalizza le prestazioni fornite dei 24 CV del .75 turbo (la Casa dichiara sempre 4,5 secondi per accelerare da a km/h e oltre 258 km/h), ma probabilmente si sentirà nella guida in pista, dove il punto di forza dinamico della 4C è proprio la leggerezza estrema. Ma questo è un problema degli americani che intanto si possono mettere in garage la biposto Alfa pagandola con un bello sconto: il listino USA parte da 53.9 dollari (4 circa). L’allestimento Launch Edition con finiture in carbonio e dotazione praticamente full optional costa invece 6. dollari (5 circa).

Alfa Romeo 4C, prova su strada e in pista a Balocco




Ne abbiamo parlato tanto, forse troppo e allora vengo subito al dunque: quant'è bella da guidare l'Alfa Romeo 4C? Per rispondere sono venuto al Centro prove di Balocco - il proving ground del Gruppo Fiat - e in particolare sulla pista chiamata "Misto Alfa Romeo" per realizzare una video-prova proprio qui, dov'è nata l'auto forse più attesa degli ultimi anni dagli appassionati italiani e non solo. Con la 4C l'Alfa torna finalmente alla trazione posteriore con una sportiva da sogno, ad un prezzo di 53.

Fotogallery: Alfa Romeo 4C: quella per gli americani è più bella