4 alla Voyager, con Ford Ranger primo pick-up a pieni voti

Nell'ultima sessione di crash test effettuati dall'Euro NCAP sulle vetture di nuova commercializzazione nel Vecchio Continente spiccano le 5 stelle guadagnate da 11 auto su 12 testate. L'unica ad aver ottenuto 4 stelle è la nuova Lancia Voyager, che migliora comunque di molto i risultati ottenuti nel 2007 dal precedente modello Chrysler. Rimanendo nell'ambito delle italiane di origine americana vanno segnalate le 5 stelle di Lancia Thema e di Fiat Freemont, che si allineano ad Audi Q3, nuova BMW Serie 1, nuova Chevrolet Captiva, Hyundai Veloster, nuova Mercedes Classe M, nuova Opel Astra GTC, Opel Zafira Tourer e nuova Toyota Yaris, protagoniste di questi ultimi test. Un risultato di ottimo livello è poi quello di Ford Ranger, primo pick-up ad ottenere le 5 stelle negli accertamenti Euro NCAP.

SEMPRE BUONA LA SICUREZZA ADULTI

Scendendo nel dettaglio delle aree di valutazione Euro NCAP possiamo partire dal voto sulla sicurezza Adulti, dove spiccano le alte percentuali di Ford Ranger, Hyundai Veloster, Mercedes Classe M (tutte al 96%), Audi Q3 e Opel Zafira Tourer (94%), BMW Serie 1 e Opel Astra GTC (91%). La Lancia Voyager è invece arrivata al 79%, un valore che assieme alla votazione dell'area Bambini (67%) le è costata le 5 stelle. Proprio nell'ambito della sicurezza Bambini si segnala il buon 89% ottenuto dalla Hyundai Veloster, seguita da Ford Ranger (86%), Audi Q3 (85%), BMW Serie 1 e Opel Zafira Tourer (83%).

PEDONI: SPECIE DA PROTEGGERE

Da questa tornata trimestrale di prove Euro NCAP emerge anche la necessità di migliorare i sistemi di sicurezza per i Pedoni, visto che solo 4 vetture hanno raggiunto il 60% che dal 2012 diventerà il limite minimo per poter ambire alle 5 stelle. Il nuovo Ford Ranger è in vetta a questa classifica con l'86% (nuovo record per un pick-up), seguito dalla BMW Serie 1 arrivata al 63% e da Mercedes Classe M e Toyota Yaris che hanno raggiunto proprio il 60%. Ultime in questa area di sicurezza per chi viene investito a piedi sono la Lancia Voyager (47%), la Chevrolet Captiva (48%) e la Hyundai Veloster (49%). Tutte le italiane provate, oltre alla Mercedes Classe M, sono dotate di sistemi automatici che in caso di urto contro un pedone sollevano la parte posteriore del cofano motore per ridurre i danni all'investito, ma secondo i responsabili dell'Euro NCAP "c'è ancora spazio per miglioramenti".

SAFETY ASSIST NELLA MEDIA

Altra area verificata dal Programma europeo è quella del "Safety Assist" che valuta la presenza di dispositivi di ausilio alla guida e sicurezza attiva, come il controllo della stabilità ESC, il limitatore di velocità e l'avvisatore di cinture non allacciate. In questo caso i risultati sono omogenei visto che ai primi posti a pari merito si trovano Audi Q3, BMW Serie 1, Mercedes Classe M, Opel Zafira Tourer e Toyota Yaris (86%), seguite da tutte le altre a quota 71%. La nuova Serie 1 di Monaco di Baviera si segnala poi per la presenza di serie dell'Assist Advanced eCall, il dispositivo di chiamata automatica d'emergenza già premiato nell'ambito dell'Euro NCAP Advanced.

BENE LA THEMA

Per chiudere l'analisi su queste ultime prove di sicurezza vogliamo focalizzare l'attenzione sulle tre vetture italiane valutate dall'Euro NCAP. La Lancia Thema sottoposta a crash test è una 3.0 Multijet II "Platinum", che nella prova di protezione Adulti ha mostrato un abitacolo stabile nell'impatto frontale, danni alla testa del guidatore contro il volante e il massimo dei voti nell'urto laterale (totale 83%). Nella prova Bambini la Thema ha raggiunto quota 77% per la buona protezione riservata all'occupante di 3 anni, ma l'impossibilità di disattivare l'airbag passeggero (e quindi di ospitare un seggiolino contromarcia) ha inciso sul risultato finale. La prova Pedoni ha sulla Thema un 59%, appena sotto il limite 2012, dato ottenuto con una buona protezione a testa e gambe, ma non la bacino. 71% nel Safety Assist, penalizzato solo dall'assenza dell'avvisatore cinture posteriori.

FREEMONT E VOYAGER SOTTO ESAME

Per Fiat Freemont i risultati nella prova d'impatto frontale e laterale sono simili a quelli della Thema, con in più il poggiatesta attivo che porta il totale Adulti all'83%. La stessa impossibilità di disattivare l'airbag passeggero limita la prova Bambini a un comunque valido 82%. Idem per la prova Pedoni con un 50% dovuto ai danni al bacino, mentre il "Safety Assist" totalizza il 71%. Passando alla Lancia Voyager troviamo un 79% a livello di protezione Adulti (buono nell'impatto frontale e laterale, con qualche danno al passeggero anteriore) e un 67% per i Bambini causato da un problema all'attacco Isofix posteriore che la stessa Lancia risolverà entro breve. La sicurezza dei Pedoni (47%) non risulta molto elevata, nonostante il sistema di sollevamento automatico del cofano motore e il 71% per il "Safety Assist" premia la presenza di ESC e avvisatore cinture allacciate anteriori. Non si tratta di risultati da primato, ma la Lancia Voyager dimostra un netto miglioramento rispetto alla Chrysler Voyager IV serie testata nel 2007 dall'Euro NCAP (con i precedenti sistemi di valutazione), che aveva ottenuto 2 sole stelle nella sicurezza adulti, 4 per i bambini e nessuna per i pedoni.

5 stelle Euro NCAP per Thema e Freemont

Foto di: Fabio Gemelli