A gennaio con Qashqai, Qashqai+2 e Juke ha raggiunto una quota storica

Qashqai, Qashqai+2 e Juke. Sono questi i modelli che anche nel primo mese dell'anno trainano le vendite di Nissan in Italia. E' il segno che in un mercato in calo l'interesse da parte dei nostri automobilisti per i crossover resiste e che, più in generale, le previsioni di vendita del costruttore si dimostrano reali. A gennaio Nissan Italia ha immatricolato 6.293 unità, di cui 1.972 Qashqai e Qashqai+2 e 3.131 Juke.

Anche il Murano, che ha introdotto da poco in listino la nuova motorizzazione diesel da 2.5 litri, ha aumentato le vendite rispetto all'anno precedente (+300%) e proprio grazie a questo modello - lo ricordiamo - Nissan creerà nuovi posti di lavoro in Russia.

Sul fronte delle citycar la nuova Micra si sta facendo strada. Al suo debutto con l'open weekend del 29-30 gennaio ha realizzato 858 unità vendute, contribuendo a far raggiungere al marchio giapponese la quota più alta nella sua storia in Italia: 3,83%. In termini percentuali, in un mercato in calo del 20,7%, l'incremento è stato del 10,40 per cento ed ha permesso alla Casa asiatica di occupare il nono posto nella classifica generale dei costruttori.

Nissan Juke

Foto di: Daniele Pizzo